Camera di Commercio di Genova | Home Page


Primo Piano

Alluvione 9/10 ottobre: via al nuovo bando per le imprese con oltre 40.000 euro di danni

Il 5 dicembre la Giunta regionale ha approvato il bando indirizzato alle aziende alluvionate che hanno subito danni superiori ai 40.000 euro nell'alluvione del 9/10 ottobre scorso. Il bando avrà una dotazione economica intorno ai 20 milioni di euro.
Da martedì 9 dicembre fino a venerdì 9 gennaio 2015 le aziende alluvionate potranno presentare alla Camera di Commercio di Genova la richiesta di rimborso allegata al bando scaricabile dal sito di Filse.
Come già previsto per il bando per danni fino a 40.000 euro, il criterio di riparto assegnerà una percentuale maggiore alle imprese che hanno subito più di un'alluvione.
Le aziende che hanno già aderito al primo bando, per danni inferiori ai 40.000 euro, non possono partecipare.

Per informazioni Ufficio Alluvioni tel. 010 2704 280

UNA FINESTRA SULL'ECONOMIA

UNA FINESTRA SULL'ECONOMIA

focuStudi

focuStudi

registroimprese.it

registroimprese.it

Certificati e visure in lingua inglese

Certificati e visure in lingua inglese

fattura elettronica

fattura elettronica

QUALITA' GENOVESE GARANTITA

QUALITA' GENOVESE GARANTITA

Italian Quality Experience

Italian Quality Experience

Eccellenze in digitale

Eccellenze in digitale

ATECO

ATECO

Servizio di conciliazione

Servizio di conciliazione

Imprese storiche 2014

Imprese storiche 2014

News

Alluvione 9/10 ottobre: partono i rimborsi

Le imprese colpite dall'alluvione del 9/10 ottobre scorso riceveranno tramite Filse un contributo del 60% dei danni subiti e attestati da perizia asseverata, percentuale che sale all'80% per le imprese che hanno subito più di un'alluvione. 
Per le domande complete e già dotate di perizia asseverata, i primi contributi saranno liquidati a partire dal 10 dicembre.
Per tutte le altre domande, Camera di Commercio e ordini professionali stanno effettuando le verifiche tecniche, con priorità per le imprese che hanno subito due alluvioni, e stanno contattando singolarmente le imprese per integrare la documentazione mancante.
L'Iter delle domande di contributo

Alluvione del 9/10 ottobre: prorogato al 22 dicembre il termine per la domanda di contributo per danni fino a 40.000 euro per i soggetti non iscritti al Registro Imprese

Con riferimento al bando per le imprese che hanno subito danni fino a 40mila euro a seguito dell'alluvione del 9 e 10 ottobre scorso la Giunta Regionale ha prorogato al 22 dicembre il termine per la presentazione delle richieste di rimborso alla Camera di Commercio tramite l'allegato 1 per i soggetti che, pur svolgendo attività economica, non sono iscritti al Registro Imprese e che abbiano presentato i modelli E.

Le modalità di trasmissione dell'allegato 1 (domanda di contributo) sono le seguenti:

  • tramite raccomandata all'indirizzo Via Garibaldi 4 - 16124 Genova
  • tramite PEC firmata digitalmente dal legale rappresentante all'indirizzo cciaa.genova@ge.legalmail.camcom.it (accetta solo messaggi da indirizzo PEC)
  • consegna a mano in Via Garibaldi 4 dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 16.00
Proroga

17 novembre: cambia il regolamento di utilizzo delle sale di Palazzo Tobia Pallavicino

Il 17 novembre la Giunta camerale ha modificato la regolamentazione dell'utilizzo delle sale di Palazzo Tobia Pallavicino. Le sale possono essere utilizzate per riunioni, conferenze, convegni, seminari, mostre ed eventi su argomenti di interesse per l'economia genovese. La concessione è gratuita per il sistema camerale, le associazioni di categoria rappresentate nel Consiglio camerale e per gli eventi che ottengono il patrocinio della Camera di Commercio.
Per tutti gli altri eventi è richiesto un rimborso dei costi di gestione.
L'uso delle sale è vietato per eventi di carattere commerciale e quelli promossi dai partiti politici o loro emanazioni.
Maggiori informazioni

Dal 6 dicembre a Genova musica, luci e shopping

Inizia sabato 6 dicembre il programma natalizio di animazione della città realizzato dai CIV (centri integrati di via) genovesi.
Con un'attenzione particolare alle zone colpite dall'alluvione, la città si illumina a festa e si riempie di  musica, mercatini, mostre, villaggi natalizi.
Gli operatori commerciali si sono autotassati per offrire luminarie ancora più brillanti degli altri anni e Iren ha finanziato  "luci d'artista" nelle zone alluvionate.
Il programma completo

Dal 15 dicembre cinque nuove categorie di artigianato ligure contraddistinte dal marchio “Artigiani In Liguria”

Da oggi Artigiani In Liguria, il marchio regionale che riconosce e promuove l’artigianato ligure di qualità, si estende a cinque nuove categorie che entrano a far parte della grande famiglia degli “Artigiani liguri di classe superiore”: gelateria, panificazione, pasta fresca, arte orafa, restauro artigianale.
Per ottenere il marchio, le imprese artigiane appartenenti ai cinque nuovi settori, possono trasmettere alla Camera di Commercio di Genova, la richiesta, in bollo, della licenza d’uso del marchio, scaricabile dal sito www.artigianiliguria.it, indicando i propri dati aziendali ed allegando il proprio curriculum vitae di attività.
Maggiori informazioni

Bando Azione 1.2.4 “Ingegneria Finanziaria” Fondo capitale di rischio

Fino al 30 giugno 2015 è attivo il nuovo Fondo di Capitale di Rischio di cui alla linea di attività 1.2.4 "Ingegneria Finanziaria" nell'ambito dell'Asse 1 del Por Fesr 2007-2013 competitività regionale e occupazione.
Possono accedere al Fondo solo le PMI costituite in forma di società di capitale o società di persone che intendono trasformarsi in società di capitale o aspiranti imprenditori che intendono costituirsi in società di capitale.
Finalità del Fondo: contribuire al miglioramento dell'efficienza del mercato dei capitali e favorire lo sviluppo del capitale di rischio per le operazioni di start up capital e di expansion capital nelle PMI operanti sul territorio ligure, mediante il co-investimento diretto, insieme a terzi investitori privati che siano indipendenti rispetto alle imprese (co-investitori), in strumenti finanziari prevalentemente di equity.
Le domande dovranno essere compilate on-line con firma digitale tramite il sito di Ligurcapital (www.ligurcapital.it). 
Riferimenti: Settore Sviluppo Economico e Settore Innovazione - Camera di Commercio di Genova  
Tel.: 010 2704.463 - 223 - 389

Dal 1° gennaio. Carnet ATA: nuovo formulario e revisione delle tariffe

Unioncamere Roma, Ente Garante in Italia per i Carnet ATA, ha deliberato l'introduzione di un nuovo format di Carnet ATA e l'applicazione di tariffe differenti per le diverse tipologie di documento.
A partire dal 1° gennaio 2015 viene introdotto il Carnet ATA base che consente l'esecuzione di due soli viaggi all'estero: questo non può essere integrato con ulteriori fogli interni e si estingue una volta esaurite le operazioni ammesse con la dotazione prevista, indipendentemente dalla data di scadenza. Gli operatori che prevedono di effettuare più di due viaggi devono, quindi, richiedere il Carnet ATA standard già in uso che consente anche l'integrazione di ulteriori fogli. Il sistema di cauzionamento rimane invariato a prescindere dal formulario scelto.
Le nuove tariffe

Fino al 31 dicembre 2016: Finanziamenti nuova Sabatini – Beni strumentali

Con il decreto-legge Del Fare (art.2 d.l. n. 69/2013) è stato istituito un nuovo strumento agevolativo finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l'accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, mediante la costituzione presso la Cassa Depositi e Prestiti di un plafond di 2,5 miliardi di euro che le banche e gli intermediari finanziari aderenti alla convenzione potranno utilizzare per concedere fino al 31 dicembre 2016, finanziamenti alle Pmi.
Lo strumento è rivolto alle PMI operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, che realizzano investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.
I finanziamenti agevolati possono avere una durata massima di 5 anni e possono essere accordati per un valore massimo complessivo non superiore a 2 milioni di euro per ciascuna impresa. L'importo minimo è fissato in 20.000 euro.
Le domande di agevolazione dovranno essere compilate in formato elettronico, utilizzando i moduli che saranno disponibili sul sito del MI.S.E. e presentate a partire dal 31 marzo 2014.
Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del MI.S.E.

Tutte le news