Camera di Commercio di Genova | Meccatronica casi particolari


Meccatronica casi particolari




MECCATRONICA CASI PARTICOLARI

A seguito della circolare del ministero Sviluppo Economico n. 3659/C dell’11 marzo 2013 sono state definite le nuove modalità di applicazione della legge 224/2012; si elencano le principali novità.

  • Dipendente di impresa abilitata per una sola sezione: può essere riconosciuto il requisito di meccatronica valutando l’esperienza lavorativa non solo in base all’abilitazione dell’impresa ma anche in base all’effettivo lavoro svolto: es. interventi su centraline elettroniche, cambi automatici e sequenziali, impianti ABS, impianti ESP, impianti di raffreddamento non tradizionali, climatizzatori, impianti di iniezione elettronica.
    Tale esperienza lavorativa deve essere certificata dal titolare/legale rappresentante con dichiarazione sostitutiva di notorietà.
    (punto 3 della circolare)
    Se l’impresa è cessata, in alternativa alla dichiarazione sostitutiva potranno essere considerati altri documenti come fatture, mansionari ecc. (punto 7 della circolare)

  • Imprese già in attività, abilitate per una sola sezione, che dimostrino con fatture di aver svolto interventi su componenti appartenenti sia alla sezione MM che EL, per 3 anni negli ultimi 5, possono chiedere l’iscrizione per la nuova sezione di meccatronica senza la necessità che il responsabile tecnico frequenti il corso integrativo.
    I requisiti possono essere riconosciuti al resp. tecnico non dipendente, socio/titolare, se lo stesso dimostra di aver effettivamente prestato opera con iscrizione all’INAIL.
    La richiesta può essere fatta se il resp. tecnico è stato presente nell’azienda nel periodo relativo alle fatture presentate;
    Occorre presentare una pratica Comunica di inizio attività di meccatronica dalla data di invio della pratica, allegando fatture.
    (punto 4 della circolare)

  • Imprese già in attività, abilitate per entrambe le sezioni con due differenti responsabili tecnici: l’impresa è abilitata di diritto per la sezione meccatronica, ferma restando la possibilità, per i responsabili tecnici, di frequentare i corsi integrativi.
    (punto 5 della circolare)
  • Imprese di nuova costituzione con attività limitata ad una sola sezione derivanti da cessioni d’azienda, conferimenti , fusioni, scissioni, trasformazioni: se viene trasferito il compendio aziendale, comprensivo del responsabile tecnico, possono continuare l’attività sino al 5.01.2018; entro tale termine i responsabili tecnici dovranno frequentare con esito positivo il corso integrativo
    (punto 6 della circolare)

  • Imprese già in attività al 5.01.2013, abilitate per una sola sezione, che trasferiscono la sede in altra provincia possono continuare l’attività sino al 5.01.2018; entro tale termine i responsabili tecnici dovranno frequentare con esito positivo il corso integrativo.
    (punto 6 della circolare)

  • Imprese di nuova costituzione con attività limitata ad una sola sezione: le disposizioni transitorie previste dall’art.3 comma 2 legge 224/2012 possono essere applicate anche a questo tipo di imprese, purchè il titolare/legale rappresentante si impegni (con dichiarazione scaricabile dal sito), a frequentare/far frequentare al responsabile tecnico i corsi integrativi non appena questi siano istituiti.
    Nella visura dell’impresa verrà inserita la seguente precisazione:
    “impresa abilitata all’attività di meccanica-motoristica/elettrauto ai sensi e nei termini previsti dal punto 7 della circolare ministeriale n.3659/C dell’11.03.2013”.
    (punto 7 della circolare)