Camera di Commercio di Genova | Codice meccanografico


Codice meccanografico




È un codice statistico non obbligatorio rilasciato dalla Camera di Commercio ove l'impresa ha la propria sede legale ovvero l'unità locale ed identifica gli operatori abituali con l'estero che effettuano almeno una operazione con importo superiore a € 12.500,00 verso i Paesi Terzi e € 50.000,00 verso i Paesi UE.

Si considera abitualmente operante con l'estero l'impresa ovvero il soggetto che dimostri il possesso di almeno uno dei seguenti requisiti, comprovati da corrispondente documentazione:

  • esportatore abituale (ai sensi della vigente normativa: DPR 633/72, DL 746/83, convertito con la L. 17/84 e DL 331/93, convertito con la L. 427/93)
  • effettuazione diretta e/o indiretta (tramite società di intermediazione commerciale italiana, p.e. trading company) di almeno una transazione commerciale nel corso dell'anno, in entrata e/o in uscita, di importo complessivo non inferiore a € 12.500,00
  • permanenza stabile all'estero mediante una propria unità locale
  • partecipazione alle quote societarie da parte di soggetti stranieri
  • realizzazione di partnership con società estere
  • costituzione di joint venture societaria e/o di capitali e/o contrattuali all'estero
  • apporto di capitale in società estere (fattispecie non inclusa negli IDE)
  • investimenti diretti all'estero (IDE)
  • adozione del franchising nei Paesi esteri
  • stipulazione di almeno un contratto di distribuzione e/o di agenzia all'estero
  • costituzione di società all'estero 
  • partecipazione a consorzio temporaneo di imprese in Paese estero 

Il Ministero competente, con la circolare n. 3576/C del 6 maggio 2004, ha non solo rinnovato profondamente le caratteristiche del rilascio del codice meccanografico (poiché l'internazionalizzazione non è più circoscritta alle sole attività di interscambio commerciale con i Paesi esteri, ma riguarda anche, ad esempio, la realizzazione di imprese e di sistemi di partnership estere - joint venture - o le concessioni - franchising), ma ha anche stabilito nuove regole per il mantenimento del Codice stesso (convalida annuale).

Le imprese sono tenute ad aggiornare la loro posizione nell'archivio camerale degli operatori con l'estero,  che costituisce una nuova banca dati denominata ITALIANCOM, viste le implicazioni anche sulle visure camerali, nonché le comunicazioni istituzionali con Agenzia delle dogane e sistema bancario.

Sia la richiesta di assegnazione del numero meccanografico che la convalida annuale dovranno essere effettuate delle imprese attraverso lo sportello telematico, con le procedure per la compilazione del questionario on line, illustrate nel vademecum scaricabile.

Soltanto alle richieste di nuova attribuzione del codice occorre allegare la fotocopia di un documento comprovante l'attività con l'estero. 

 In caso di mancato rispetto dei termini (31/12 di ogni anno), è possibile richiedere la convalida anche dopo la scadenza, senza l'applicazione di alcuna sanzione ma pagando soltanto di diritti di segreteria arretrati.

I diritti potranno essere versati o direttamente presso l'Ufficio camerale o con versamento su c/c/p n. 527168 intestato a Camera di Commercio di Genova indicando nella causale "Convalida codice meccanografico anno .....". Copia dell'avvenuto versamento dovrà essere inviata in allegato alla pratica telematica affinché l'Ufficio possa sanare la posizione dell'operatore.

 

Scarica il vademecum per l'assegnazione/convalida telematica: file in formato pdf - 23 pagine,  1394 Kb

Normativa di riferimento

Circolare ministeriale n. 3576/C del 6 maggio 2004

COMMERCIO ESTERO - CERTIFICATI D'ORIGINE

Responsabile: Alessandra Repetto (settore)
Indirizzo: Via Garibaldi 4 - 1° piano
Telefono: 010 2704 560
Fax: 010 2704 298
E-mail: commercio.estero@ge.camcom.it
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.45