Camera di Commercio di Genova | Pratica telematica


Pratica telematica




Dal 1° aprile 2010 le denunce e gli atti presentati al Registro delle imprese devono essere inviati per via telematica utilizzando la procedura ComUnica.

Sono pertanto utilizzabili due procedure una tramite ComUnica/Starweb, una tramite ComUnica/Fedra.

L'utilizzo di Starweb è consigliato, perchè consente una compilazione guidata e facilitata per l'invio della pratica telematica e inoltre con esso si può presentare contestualmente alla Comunicazione anche la Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al Suap secondo le disposizioni di cui al D.P.L. 160/2010.
Per l'invio telematico è necessario utilizzare obbligatoriamente i relativi software applicativi, di cui è consigliabile utilizzare sempre la versione più recente scaricabile dal sito registro imprese.

 

Procedura

Per la denuncia telematica è necessario:

  • disporre dell'accesso a Telemaco per l'invio di pratiche telematiche
  • possedere una smart card per la firma digitale con relativo lettore e toolkit
  • utilizzare il software Fedra e altri software specifici
  • compilare e sottoscrivere la modulistica

 

Imposta di bollo e di registro

Il bollo sarà assolto in modo virtuale o mediante eventuale autorizzazione di cui sia titolare il denunciante o mediante l'autorizzazione del Ministero delle finanze, Agenzia delle entrate, Direzione regionale della Liguria - n. 17119 del 16/5/2002 - di cui è titolare la Camera di Commercio di Genova. Il numero di tale autorizzazione dovrà essere specificata sull'atto e sulla distinta Fedra.

L'imposta di bollo sulla pratica telematica è di:

  • Euro 17,50 per le imprese individuali
  • Euro 59,00 per le società di persone
  • Euro 65,00 per le società di capitali e le cooperative e include in unica tariffa l'imposta dovuta complessivamente per la domanda o denuncia e per la relativa documentazione.

Per gli atti depositati da notai non è necessario indicare gli estremi di registrazione. Per tutti gli altri tipi di atti devono essere riportati gli estremi dell'avvenuta registrazione (data, numero, importo) sull'originale o copia informatica.

 

Diritto Annuale

In fase di compilazione della pratica, l’utente dovrà effettuare una scelta per quanto riguarda il pagamento del diritto annuale. Le opzioni sono tre:

  • Addebito contestuale alla pratica
  • Pagamento tramite F24
  • Importo non dovuto per la tipologia di pratica che si sta compilando.

Ovviamente la terza opzione ("Importo non dovuto")  NON dovrà essere utilizzata per le pratiche di prima iscrizione.
Qualora l’operatore del Registro delle Imprese ritenga di dover  rettificare gli importi indicati dall'utente, tale intervento di modifica sarà notificato tramite PEC e produrrà un nuovo documento contabile, in aggiunta alla ricevuta iniziale.

 

Modulistica

Deve essere compilata utilizzando il software Fedra o altri software compatibili. La distinta di presentazione deve essere sottoscritta con firma digitale.

 

Allegati

Le modalità di presentazione degli atti e dei documenti allegati alle domande di iscrizione e deposito si differenziano a seconda della loro tipologia:

  • atti pubblici
    le copie informatiche redatte devono essere autenticate dal notaio con apposizione della formula di autenticazione in calce.
    La copia così autenticata deve essere contenuta in un file in formato .pdf/A cui sarà apposta la firma digitale del notaio.
    Si suggerisce la seguente attestazione per la copia conforme: "Copia su supporto informatico conforme all'originale del documento su supporto cartaceo, ai sensi dell'art. 20, comma 3, del DPR n. 445/2000."
     
  • scritture private autenticate
    valgono le medesime regole previste per gli atti pubblici
     
  • scritture private non autenticate
    i distinguono i seguenti casi:
    - se la scrittura privata è presentata dal legittimato alla denuncia (soci - amministratore - liquidatore) è sottoscritta con firma digitale dal medesimo
    - se la scrittura privata è presentata dal notaio si osservano le indicazioni relative alle scritture autenticate
    - se la scrittura privata è presentata da altro soggetto intermediario, si rende necessario l'uso della cosidetta "procura speciale"

 

Procura speciale

Ai fini della presentazione di modelli che richiederebbero pluralità di firme digitali (o comunque nel caso in cui nessuno dei soci o degli amministratori sia in possesso di Smart Card) si ritiene sufficiente l'utilizzo della cosidetta procura speciale nella quale sono apposte le firme autografe dei soggetti obbligati.

Il file contenente la procura speciale e le copie dei documenti di identità di coloro che hanno apposto la firma autografa è sottoscritto digitalmente dal soggetto che provvede alla spedizione telematica.