Camera di Commercio di Genova | Istruzioni per le denunce R.E.A.


Istruzioni per le denunce R.E.A.




Informazioni generali

Istituito dalla Legge 580/93 di riforma delle Camere di Commercio il Repertorio economico ammistrativo (R.E.A.) raccoglie le notizie di carattere statistico-economico amministrativo relative sia ai soggetti in esso specificamente iscritti (es. soggetti collettivi non imprenditori ma titolari di attività commerciale in misura non prevalente quali enti, associazioni, circoli, ecc.; imprenditori stranieri con unità locali nel territorio dello Stato; imprenditori italiani con sede in provincia diversa da quella di competenza del R.E.A. ed aventi in essa unità locali) sia a soggetti tenuti all'iscrizione nel Registro imprese.

Vanno denunciati al R.E.A., a titolo esemplificativo, l'inizio, la modifica e la cessazione dell'attività delle società e degli altri soggetti collettivi sopra citati, l'apertura e la chiusura delle unità locali, il possesso di titoli autorizzativi ad abilitazioni all'esercizio di qualsivoglia attività, ecc.

Per le imprese individuali i dati del R.E.A. coincidono sostanzialmente con quelli oggetto di iscrizione nel Registro imprese (tranne i dati delle unità locali e dei titoli autorizzativi/abilitativi)

Per le società i principali adempimenti R.E.A. sono i seguenti:



Attività esercitata nella sede legale

Le società sono tenute a denunciare, entro 30 giorni dall'evento, compilando il Modello telematico S5, i seguenti dati relativi all'attività esercitata nella sede legale:

  • inizio dell'attività
  • modifica dell'attività
  • cessazione dell'attività 

 

Unità locali

Per unità locale si intende qualunque localizzazione dell'impresa, diversa da quelle della sede legale o della sede secondaria.

Il modello da presentare è il Modello UL.
Le denunce relative alle unità locali devono sempre essere presentate alla Camera di Commercio della provincia in cui vengono istituite.

 

Unità locali di imprese estere

Per la denuncia delle unità locali di imprese aventi sede fuori dal territorio italiano, occorre presentare:

  • il modello R con l'indicazione dei dati minimi della sede straniera;
  • il modello UL che conterrà i dati della unità locale italiana;
  • il modello Intercalare P del Preposto con firma e fotocopia del documento di identità;
  • traduzione giurata (effettuata presso l'Ambasciata italiana o da soggetto autorizzato) dell'atto costitutivo e del certificato di iscrizione alla locale Camera di Commercio o ufficio equivalente.