Camera di Commercio di Genova | Utenti metrici


Utenti metrici




Sono considerati utenti metrici le aziende che adoperano strumenti metrici in rapporto con terzi. Sono automaticamente inserite nel Ruolo utenti metrici quelle ditte iscritte al Registro imprese che, nell'esercizio della propria attività, fanno normalmente uso di strumenti di misura per transazioni commerciali.

Altre categorie che, pur non effettuando delle vere e proprie transazioni commerciali, utilizzano strumenti metrici in relazione con utenti, ad esempio gli uffici postali, devono dichiarare la loro posizione all'ufficio metrico ai fini dell'iscrizione nel Ruolo degli utenti.

Gli utenti metrici sono tenuti a richiedere la verifica degli strumenti in loro dotazione (modulo richiesta verifica) ogni volta che questi ultimi siano sottoposti a riparazioni o aggiornamenti che implicano la rimozione dei sigilli di protezione e, comunque, ad intervalli di tempo la cui periodicità è fissata, in relazione al tipo di strumento, dal D.M. 182 del 2000

 

Verifica periodica

  • Definizione (art. 2 comma 1 D.M. del 28 marzo 2000, n. 182)
    La verificazione periodica degli strumenti di misura consiste nell'accertare il mantenimento nel tempo della loro affidabilità metrologica finalizzata alla tutela della fede pubblica, nonché l'integrità di sigilli anche elettronici e etichette o altri elementi di protezione previsti dalle norme vigenti
  • Tempistica della verifica (art. 2 comma 2 e allegato I del D.M. del 28 marzo 2000, n. 182)
    La prima verifica deve essere effettuata entro 60 giorni dalla prima utilizzazione (eccetto gli strumenti per i quali è obbligatorio il collaudo di posa in opera o la verifica CE sul luogo di funzionamento prima della loro utilizzazione). Le verifiche successive alla prima secondo la periodicità fissata nell'allegato I, che decorre dalla data dell'ultima verificazione effettuata.
    Esempio: bilance ogni 3 anni; distributori stradali ogni 2 anni 
    Per tutti gli strumenti la verifica periodica decade ogni qualvolta vengano rimossi, a qualsiasi titolo, sigilli di tipo materale o elettronico

La verificazione periodica è obbligatoria per tutti gli strumenti metrici utilizzati nel commercio, ad esclusione di metri, pesi, misure di capacità adoperate per la mescita delle bevande, per i quali è sufficiente la verificazione prima eseguita in fase di produzione.


I soggetti abilitati all'esecuzione della verifica periodica sono i seguenti:

  • gli uffici metrici delle Camere di Commercio (art. 3 del D.M. del 28 marzo 2000, n. 182) operano a richiesta dell'utente metrico. Possono effettuare la prima verifica periodica (incluso l'eventuale collaudo di posa in opera o la Verifica CE sul luogo di funzionamento) e le successive verifiche periodiche su tutti i tipi di strumenti
  • i fabbricanti di strumenti per pesare a funzionamento non automatico che operano secondo il sistema di garanzia della qualità della produzione certificato da un organismo notificato, (art. 5 del D.M. del 28 marzo 2000, n. 182) possono effettuare la verifica CE, in fabbrica o sul luogo di funzionamento, e la contestuale prima verifica periodica sugli strumenti di propria produzione
  • i fabbricanti di strumenti di misura di tipo fisso che hanno ottenuto la concessione di conformità metrologica (vedi D.M. 179 del 28 marzo 2000) da parte della Camera di Commercio competente (art. 5 del D.M. del 28 marzo 2000, n. 182) possono effettuare la verifica prima, il collaudo di posa in opera e la contestuale prima verifica periodica sugli strumenti di propria produzione
  • i laboratori autorizzati all'effettuazione della verifica periodica da parte della Camera di Commercio (art. 4 del D.M.del 28 marzo 2000, n. 182) possono effettuare le verifiche periodiche successive alla prima su tutti i tipi di strumenti che sono indicati nel provvedimento di autorizzazione emesso dalla Camera di Commercio competente

 

Le nuove tariffe per la verificazione periodica eseguita dalla Camera di Commercio di Genova sono fissate sulla base dei criteri fissati dal  decreto 7 dicembre 2006 del Ministero dello sviluppo economico e sono concordate con le altre Camere di Commercio della Liguria. 

 

Il pagamento sarà effettuato sul ccp n. 28679124 intestato a Ufficio Metrico della Camera di Commercio di Genova o tramite bonifico bancario (codice IBAN IT 88 S 07601 01400 000028679124) indicando nella causale del versamento il numero di riferimento della fattura.

SETTORE METRICO, ISPETTIVO E DI SAGGIO E MARCHIO DEI METALLI PREZIOSI

Responsabile: Emilio Clemente (settore)
Indirizzo: Via Dassori 51
Telefono: 010 2704 421-398
Fax: 010 2704 418
E-mail: ufficio.metrico@ge.camcom.it
Orario: mercoled́ dalle 9 alle 12