Camera di Commercio di Genova | Novita'


News - Odone ancora presidente

Insediato il nuovo consiglio camerale, in carica fino al 2020. Paolo Odone riconfermato alla presidenza chiama le categorie all'unione. Bisagno: siamo con la Camera di Commercio. Entro 15 giorni nuova riunione per eleggere la giunta.

Sarà ancora Paolo Odone il presidente della Camera di Commercio di Genova. Lo ha eletto il nuovo consiglio camerale insediato oggi nella sede di via Garibaldi 4. La riunione di insediamento, cui hanno partecipato tutti i 33 nominati, è stata presieduta dal consigliere anziano Felice Negri, che ha aperto i lavori citando l’emergenza immigrazione e quella del lavoro.

 “La prima cosa che conta è l’unione fra le forze dell’economia – ha detto Paolo Odone subito dopo la proclamazione – dobbiamo partire dal futuro delle Camere di Commercio e dal completamento di una riforma che è ancora tutta da attuare. Siamo imprenditori che lavorano per passione per il nostro territorio e continueremo a farlo, anche se dopo i tagli del Governo avremo meno risorse a disposizione. Il futuro è nei giovani, cosa che per le Camere di Commercio significa costruire subito un nuovo modello di alternanza scuola-lavoro”

Marco Bisagno, che a nome di Confindustria, aveva presentato la candidatura di Beppe Costa, al momento della proclamazione ha affermato “Siamo con la Camera di Commercio e lavoreremo insieme come abbiamo sempre fatto”.

La candidatura di  Paolo Odone era stata presentata a nome del Tavolo della piccola e media impresa da Patrizia De Luise, per completare il percorso intrapreso in questi anni per lo sviluppo delle imprese e del territorio. Subito dopo Cesare Castelbarco, al suo esordio nel consiglio camerale in rappresentanza del settore credito, ha fatto un appello all’unità delle categorie per far ripartire l’economia di Genova e della provincia in un momento particolarmente difficile.

Fra quindici giorni il consiglio si riunirà di nuovo per eleggere la nuova giunta.

Rispetto al consiglio precedente, quello insediato oggi è più numeroso, più rosa e più giovane.

Il numero dei consiglieri sale infatti, secondo quanto previsto dal decreto in vigore dal 2011, da 32 a 33, arricchendo la compagine con il rappresentante della consulta delle professioni, Maurizio Michelini (ordine degli ingegneri).

Per quanto riguarda la ripartizione fra i settori crescono di un posto turismo, artigianato e servizi alle imprese e scendono assicurazioni, commercio estero e marittimo-portuale-logistico.

Le new entries sono in tutto 14: Corsiglia, Costa, Delle Piane, Santagata, Rotundo, Tura, Papa, Roggero, Novella, Castelbarco Albani, Comelli, Repetto, Proglio e Michelini.

Le donne salgono da 3 a 8, mentre gli under 40 sono ben 3: la più giovane è Cristina Santagata, classe 1978.

Ecco la suddivisione completa per settore:

Agricoltura: Paolo Corsiglia

Industria: Marco Bisagno, Giuseppe Costa, Filippo Delle Piane, Cristina Santagata,

Artigianato: Achille Massimo Giacchetta, Paola Noli, Francesco Rotundo, Maria Pia Tura, Felice Negri 

Commercio: Paolo Odone, Giovanni Prazzoli, Adriano Calvini, Ornella Caramella, Mafalda Papa, Antonio Fasone, Patrizia De Luise

Coooperative: Gianluigi Granero

Turismo: Alessandro Cavo, Giampaolo Roggero

Trasporti: Marco Novella, Alessandro Pitto, Giuseppe Bossa

Credito e assicurazioni: Cesare Castelbarco Albani

Servizi alle imprese: Giovanni Calvini, Sandro Scarrone, Franco Aprile, Giulio Schenone, Enrica Comelli, Laura Repetto,

Sindacati: Massimo Proglio

Consumatori: Furio Truzzi

Consulta delle professioni: Maurizio Michelini