Le Camere di Commercio nell'ordinamento italiano

Le Camere di Commercio sono enti autonomi di diritto pubblico - tecnicamente "autonomie funzionali" - che operano a livello provinciale con competenze promozionali, amministrative e di supporto alla comunità economica.

La loro missione è lo sviluppo del sistema delle imprese e dell'economia locale, attraverso una sintesi delle esigenze di tutti i settori economici, rappresentati negli organi camerali attraverso le rispettive associazioni di categoria.

Per raggiungere questi obiettivi le Camere di Commercio possono realizzare e gestire direttamente strutture e infrastrutture, sia a livello locale che nazionale, partecipare a enti, associazioni, consorzi o società e costituire aziende speciali per gestire servizi specifici con modalità particolarmente snelle. L'attività più visibile delle Camere è costituita dal Registro delle imprese che svolge la funzione di anagrafe degli eventi della vita delle aziende. Le Camere di Commercio garantiscono la trasparenza dell'informazione economica, semplificano l'adempimento delle pratiche e forniscono - grazie alla rete informatica Infocamere attiva dal 1974 - la documentazione completa di qualsiasi impresa operante sul territorio italiano.

A partire dalla legge 580 del 1993, inoltre, sono cresciute le funzioni di regolazione del mercato svolte tradizionalmente dalle Camere di Commercio, come la funzione di composizione delle controversie, che si distingue in un'attività di conciliazione e in una di arbitrato.

Accanto alla funzione anagrafica e a quella di regolazione del mercato, la terza grande area di intervento delle Camere di Commercio è quella della promozione economica che, a differenza delle prime due, ha contenuti molto articolati e differenziati sul territorio. In quest'area, i filoni più significativi sono l'internazionalizzazione, la formazione, l'innovazione tecnologica e l'ambiente, con una particolare attenzione alle esigenze delle piccole e medie imprese.

Le Camere di Commercio italiane aderiscono all'Unioncamere: fondata nel 1901 Unioncamere rappresenta e cura gli interessi generali delle Camere nei confronti dei vari interlocutori a livello locale, nazionale e sovranazionale, comprese le organizzazioni imprenditoriali, dei consumatori e dei lavoratori.

A livello europeo, Unioncamere rappresenta le Camere di Commercio italiane in seno a Eurochambres, l'associazione che riunisce i sistemi camerali d'Europa.

Le due Camere di Commercio della Liguria, infine, aderiscono a Unioncamere Liguria, associazione che svolge attività promozionali a livello regionale e che attualmente è in liquidazione, a seguito dell’entrata in vigore - il 10 dicembre 2016 - del decreto legislativo n. 219/2016 di "riordino delle Camere di Commercio".

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/19 12:59:00 GMT+2 ultima modifica 2020-04-29T10:21:20+02:00